Dal mal di schiena al mal di collo: le posizioni ideali per il sonno

In Blog

Quali sono le posizioni migliori per dormire bene durante la notte?

 

Posizioni migliori per dormire con il mal di schienaCapita a tutti, quando ci si sdraia nel letto prima di andare a dormire, che non si riesca a trovare una posizione comoda.

Molto spesso, questa situazione di sconforto viene associata al tipo di materasso utilizzato ma anche alla luce o ai rumori che ci circondano. Spesso la posizione assunta prima di andare a dormire è un fattore che viene completamente trascurato e che, invece, è di fondamentale importanza. Infatti, è proprio la posizione che si prende quando ci si corica a fare la differenza.

Dormire in maniera corretta non aiuta solamente a prevenire fastidiosi problemi con la schiena, ma contribuisce a migliorare la postura, il reflusso acido, eventuali bruciori di stomaco e, per la felicità di chi dorme in coppia, risolvere anche i problemi di chi russa.

In che modo la posizione influenza il sonno? 

Come possiamo immaginare, il peso che il nostro corpo deve sostenere durante la notte dipende dalla posizione. Purtroppo capita che, nonostante ci si metta a letto in maniera confortevole, con il passare delle ore dormire diventa un vero incubo. Questo accade perché una parte del corpo viene sottoposta a un peso maggiore (dovuto a un cambio di posizione) e i risultati sono i dolori al mattino e il sonno leggero durante la notte.

È per questo motivo che bisogna sapere quali sono le posizioni da evitare e quali invece favoriscono un sonno tranquillo.

Mal di collo? Ecco come mettersi a dormire nel letto e quali sono le posizioni da evitare

Alcune persone si addormentano a pancia in giù, abbracciando il cuscino e girando la testa per potercisi appoggiare. Purtroppo questa posizione è sconsigliata per chi si sveglia indolenzito di notte e per chi ha dolori durante il giorno.

Infatti, se si dorme in questo modo, le spalle e il collo sono costrette a sostenere molto più peso rispetto alla normalità. Questo sforzo eccessivo del collo durante la notte, è uno dei principali fattori che determinano dolori e insonnia.

Per ovviare al problema la soluzione è quella di dormire sulla schiena, mettendo un cuscino sotto ogni braccio così da alleviare un po’ di tensione esercitata sul collo.

Per un sonno davvero rilassante, se siete alla ricerca di un cuscino dal feeling rigido, l’ideale è utilizzare il cuscino Tempur Original che, grazie al suo particolare design e al Materiale TEMPUR, segue il profilo di testa, collo e spalle, sostenendoli in maniera ottimale e alleviando dolori e indolenzimenti.

Se invece preferite un cuscino più soffice ma comunque di sostegno, provate il guanciale Tempur Comfort, realizzato in microsfere di Materiale TEMPUR.

Posizioni ideali per smettere di russare

Perché le persone russano? E come mai si sente di più se dormono sulla schiena?

Il russamento è un rumore provocato dalle vibrazioni dei tessuti molli della gola al passaggio di aria durante l’inspirazione. Poiché molte persone, durante la notte, respirano attraverso la bocca, può succedere che la lingua cada nella parte superiore della gola, bloccando le vie respiratorie e generando quel fastidioso rumore qual è il russamento.

Per impedire alla lingua di cadere all’indietro, e dormire finalmente dei sonni tranquilli, la soluzione ideale è quella di mettersi a dormire sdraiati su un lato. Il giusto riposo è garantito.

Stai cercando di smettere di russare? Scopri i nostri consigli per ridurre il russamento qui.

Reflusso acido di notte? Ecco la giusta posizione 

Per chi soffre di reflusso acido durante la notte, la soluzione è quella di dormire sdraiati su un lato.

Ma attenzione, per chi soffre di questo disturbo scegliere da che parte dormire determina il successo o meno di un buon riposo. Addormentarsi sul lato sbagliato può alimentare infatti il bruciore di stomaco.

Diversi studi hanno determinato che, per poter star meglio, bisogna dormire sul lato sinistro. Questo perché è proprio in questo lato che il cibo scorre meglio attraverso lo stomaco, favorendo la digestione.

 

Se hai problemi più gravi che ti possono far dormire male la notte, consulta il tuo medico che saprà darti dei consigli per la tua situazione specifica.