5 modi per aiutarti a prevenire l’allergia notturna

In Blog

5 modi per aiutarti a prevenire l’allergia e dormire meglio

allergia - donna che soffia un soffione spargendone i pezzi nell'ariaCon l’avvicinarsi della primavera tornano anche le allergie che, oltre a dare fastidio durante la notte o procurare problemi prima di andare a letto, possono dare fastidio alla regolarità e alla qualità del sonno.
Spesso, infatti, i sintomi dell’allergia sono intensificati prima dell’alba e riuscire a dormire bene durante la notte può risultare un grande problema.

Dalle recenti statistiche sulle allergie in Italia relative agli anni 2016 e 2017, emerge che circa il 10-15% della popolazione soffre di allergie. Fra gli allergeni più comuni sono presenti i pollini, gli acari ed i peli di animali.

Scopri con Tempur quali sono i sintomi delle allergie e quali le soluzioni per riuscire a dormire bene la notte.

Come le allergie possono disturbare il tuo riposo notturno

Le due tipologie di allergia più diffuse che possono causare fastidio al tuo riposo sono l’allergia nasale e l’asma.

Le allergie nasali includono la rinite allergica stagionale, più comunemente nota come febbre da fieno o rinite allergica perenne, che dura tutto l’anno.

I sintomi dell’allergia nasale che possono dare fastidio durante il sonno includono il russare, mal di testa ed avere una gola secca e dolente a causa della respirazione attraverso la bocca.

I sintomi dell’asma che interferiscono con il sonno includono tosse, respiro sibilante e bruciore di stomaco.

5 consigli per dormire bene con l’allergia

  • Mantieni libere le tue vie respiratorie
  • Limita l’utilizzo degli spray nasali vasocostrittori
  • Fai una doccia prima di andare a letto
  • Fai attenzione alla temperatura e all’umidità della camera
  • Come prevenire le allergie nel tuo letto

 

1 – Mantieni libere le tue vie respiratorie

Il primo passo da fare per ridurre i fastidiosi sintomi dell’allergia notturna è quello di liberare le vie nasali, ostruite a causa degli allergeni che rischiano di rimanere bloccati nelle mucose nasali. I lavaggi infatti, oltre a migliorare la respirazione e l’umidità delle mucose, aiutano ad eliminare allergeni, batteri, polvere e agenti inquinanti.

Esistono alcune soluzioni appositamente pensate proprio per effettuare lavaggi delle vie nasali, ovviamente le più consigliate sono le soluzioni naturali che possono aiutarti a ridurre il fastidio senza causare effetti indesiderati.

2 – Limita l’utilizzo degli spray nasali vasocostrittori

Gli spray nasali vasocostrittori agiscono riducendo la dilatazione dei vasi della mucosa nasale, riducendo, di conseguenza, l’ostruzione nasale. Ne esistono molti in commercio e sono da considerare veri e propri farmaci; pertanto risulta molto importante leggere i consigli di utilizzo e gli effetti collaterali del prodotto acquistato.
Si consiglia un utilizzo dello spray nasale di circa 4-5 giorni al massimo poiché, se utilizzati per un periodo più lungo, possono creare assuefazione, perdendo la propria efficacia.
Fai molta attenzione allo spray utilizzato perché a volte può causare effetti collaterali fra cui anche l’insonnia; ricordati di informare e chiedere consiglio al tuo medico prima di utilizzare il farmaco.

3 – Fai una doccia prima di andare a letto

Un altro punto importantissimo è liberarsi delle cause della tua allergia o cercare di evitarle. Acari della polvere, polline e peli di animali domestici sono le cause più comuni.
Fare una doccia calda la sera ti aiuta a lavare via dal corpo e dai capelli tutti quelli allergeni che si sono accumulati durante il corso della giornata.
L’eucalipto è l’ingrediente segreto per una perfetta notte di sonno: aggiungendo 2-3 gocce essenziali di eucalipto al bagnoschiuma o sulla spugna, e cospargendolo su tutto il corpo, ti aiuterà ad aprire le vie respiratorie e a farti respirare meglio durante la notte.

4 – Fai attenzione alla tua camera

Per liberarsi degli acari della polvere bisogna prestare attenzione alla temperatura e all’umidità della stanza. Gli acari, infatti, vivono bene ad una temperatura superiore a 20°C con umidità tra il 60% ed 80%. Se l’umidità scende sotto il 50%, l’ambiente risulta troppo secco per lo sviluppo della colonia e l’acaro tende a disidratarsi e morire.

Ricorda anche che i picchi massimi di pollini nell’aria vengono raggiunti fra le 5:00 e le 10:00 del mattino quindi evita di aprire le finestre per arieggiare la tua camera da letto durante questi orari!

5 – Come prevenire le allergie nel tuo letto

Per tenere sotto controllo le allergie è importante stare attenti al luogo in cui risposiamo. È altamente consigliato l’utilizzo di materassi e cuscini completamente sfoderabili e lavabili ad alte temperature.

I cuscini dovrebbero essere cambiati ogni 18 mesi. Dopo i due anni di utilizzo, un cuscino può arrivare ad avere un terzo del suo peso composto da sporco, pelle morta e acari della polvere. I cuscini in memory foam sono l’ideale per chi soffre di asma e allergie.

La copertura dei materassi Tempur soddisfa lo standard Oeko-Tex® 100, è stata testata per sostanze nocive e non presenta rischi per la salute. Il materiale di base dei materassi Tempur, infatti, è completamente anallergico, anti acaro e antipolvere.

Segui questi 5 consigli Tempur per combattere la tua allergia!