Incubi: che cosa sono i brutti sogni e perché si fanno

In Blog

Incubi: che cosa sono i brutti sogni e perché si fanno

letto in una stanza al buio con una finestraGli incubi, o brutti sogni, sono una reazione fisiologica e psicologica di quella fase del sonno definita “REM”. Quest’ultima si intensifica man mano che la notte avanza: pertanto, i brutti sogni, possono protrarsi anche fino al mattino.

Il termine incubo deriva dal latino in cubare che letteralmente significa giacere – sopra. Questi sogni sono usualmente angoscianti e inquietanti, provocando spesso la percezione di un peso immaginario sopra al proprio petto e di emozioni fortemente negative. Ansia, spavento e dettagli molto intensi e vividi sono sensazioni che ricorrono più frequentemente al risveglio.

Significato incubi

Un aspetto fondamentale dei brutti sogni risiede nel loro significato: incubi frequenti rispecchiano un malessere, palese o meno, della persona interessata e, nello specifico, le proprie esperienze traumatiche.

Gli incubi infatti traducono un’angoscia o un timore e mettono in scena, nella maggior parte dei casi, la rappresentazione metaforica di un evento della vita reale. Si possono anche riferire a ricordi lontani, che risalgono a molti mesi o anni addietro.

Tuttavia, è stato evidenziato come esistano alcune tematiche comuni alla maggior parte della popolazione: chi infatti non ha mai provato durante un incubo la sensazione di cadere o la paura di essere rincorso?

Sono inoltre ricorrenti quegli incubi in cui si ha la percezione di essere intrappolati o in cui si è incapaci di emettere alcun suono.

I dati affermano che tra il 2% e l’8% degli adulti, un gran numero di questi soffra di incubi notturni frequenti e spesso ripetitivi. Questi brutti sogni tormentano, però, anche il sonno dei più piccoli: nonostante esistano molteplici differenze tra la qualità del sonno fra adulti e bambini, gli incubi si presentano come un problema comune.

I più piccoli, di solito, sperimentano incubi che poi dimenticano durante il giorno, mentre il sogno dell’adulto è spesso caratterizzato da connessioni con la realtà: le persone che hanno incubi terribili vivono, nella maggior parte dei casi, con molta ansia la vita giornaliera.

 Categorie di incubi

Secondo i ricercatori si possono distinguere due categorie di incubi: gli incubi post-traumatici e quelli ordinari.

  • Incubi post-traumatici

Sono indubbiamente la categoria peggiore: coloro che sono stati coinvolti in episodi di violenza e maltrattamenti sono maggiormente suscettibili a questo genere di esperienza.

Le vittime di eventi simili tendono ad avere sogni ricorrenti che possono avvenire in qualunque fase del sonno; in questi episodi chi riposa rivive ciò che ha provato nella realtà con qualche lieve distorsione onirica.

  • Incubi ordinari

Si tratta di sogni terrificanti nei quali si sviluppa una trama fantastica. Gli incubi ordinari fanno spesso riferimento a qualcosa visto in un film o letto in un libro: possono contenere elementi fantasy (streghe, mostri, vampiri), eventi violenti (assassini, omicidi) o racconti paradossali. Sono generalmente legati alla fase REM del sonno e il risveglio da questi sogni reca notevole sollievo.

Interpretazione degli incubi

Sigmund Freud fu tra i primi studiosi a occuparsi dell’analisi dei sogni e della loro interpretazione, compresa quella degli incubi, stabilendo una relazione tra materiale onirico, psiche umana e realtà dei soggetti.

Il suo merito storico fu quello di assegnare al sogno un significato psicologico e specifico, concependolo come il risultato di un processo psichico.

Secondo Freud i sogni e gli incubi hanno origine nell’inconscio dell’individuo: questo esprime desideri, generalmente di carattere sessuale, che trovano una loro “realizzazione allucinatoria” nel materiale onirico. Il sogno è quindi la rappresentazione dell’appagamento, mascherato da desideri repressi.

Da allora gli psicologi e gli psichiatri hanno continuato le ricerche del medico viennese nell’ambito dell’interpretazione, sottolineando come gli incubi, in ogni caso, forniscano informazioni riguardo all’inconscio.

Nel caso degli incubi post-traumatici, per cercare di comprendere queste informazioni e superare l’incubo, è consigliabile affidarsi a un terapista.

Per quanto riguarda invece gli incubi ordinari, si può imparare a comprendere questi sogni anche da sé.

Per interpretare e affrontare al meglio il contenuto di un incubo è essenziale:

  • Individuare l’elemento principale del sogno, personaggio o azione che sia e analizzare quale significato abbia per voi.
  • Ripercorrere le sensazioni percepite durante il sogno.
  • Domandarsi se sia avvenuto qualche fatto insolito, nei giorni in cui si sono verificati, che possa aver causato questi incubi notturni.
  • Comprendere le associazioni, indagando le possibili connessioni tra l’elemento cardine del sogno ed un determinato evento della vostra vita quotidiana.

Cause degli incubi

I fattori che determinano l’insorgere di incubi sono molteplici. La causa più comune è rappresentata dagli spuntini a ridosso dell’attività onirica che aumentano il metabolismo e costringono il cervello ad essere più attivo. In particolare, influiscono sul sonno quelle sostanze eccitanti come alcool e droghe o l’assunzione di determinati alimenti come i latticini o il cibo piccante.

Inoltre, fra le cause degli incubi, hanno un ruolo fondamentale ansia e depressione, apnee del sonno e il disturbo post-traumatico da stress.

Nonostante i brutti sogni che possono occupare le vostre notti, mantenere una buona qualità del sonno rimane un obiettivo importante da perseguire. É essenziale, dunque, scegliere un cuscino capace di garantirvi una corretta postura e donarvi la giusta sensazione di relax.

Oltre al cuscino è opportuno che il materasso sorregga nel modo migliore la vostra colonna vertebrale. Se volete evitare di trascorrere notti inquiete e tormentate da spiacevoli incubi, provate per il vostro riposo la qualità dei materassi e dei cuscini Tempur!