Quante calorie si bruciano dormendo? Scoprilo con Tempur

In Blog

Sai quante calorie si bruciano durante il sonno? Scoprilo con Tempur

bilancia bianca appoggiata a terra su sfondo di legnoQuante ore bisogna dormire per dimagrire? Per molti riuscire a dormire per più di sei ore consecutive può sembrare un lusso, ma tra gli effetti nocivi della mancanza di sonno c’è anche la tendenza ad ingrassare.

Dormire un certo numero di ore senza interruzioni, oltre a favorire il recupero fisico e mentale, porta a bruciare una buona dose di calorie. Questo accade perché l’organismo, durante le ore di sonno, lavora per rigenerare i muscoli e le articolazioni, consumando energia.

Mediamente, con 8 ore di riposo, si consumano circa 50 kcal all’ora, per un totale di 400 kcal a notte. Le calorie che vengono consumate durante le ore notturne, non dipendono solo dalle ore di sonno ma anche dalla massa muscolare. Infatti, proporzionalmente, i soggetti con una massa muscolare maggiore, consumeranno più calorie.

Per sapere quante ore bisogna dormire per dimagrire, è necessario tener conto di una serie di fattori.

  1. I medici consigliano almeno 8 ore di sonno: sarebbe infatti proprio questo intervallo di tempo quello che permetterebbe a grelina e leptina – ormoni che regolano rispettivamente la fame e la sazietà – di rimanere in perfetto equilibrio.
  2. Per riposare bene è importante tenere lontana la luce dei dispositivi elettronici poiché stimola il cervello impedendo il corretto riposo.
  3. Nonostante l’attività fisica svolga un ruolo fondamentale, tuttavia si consiglia di praticare sport lontano dalle ore serali. In particolare, a ridosso della fase di sonno, all’attività aerobica sono da preferire discipline di ginnastica dolce come lo yoga. Queste discipline aiutano a regolare la respirazione e a rilassare la muscolatura, così da poter prendere sonno in minor tempo.

Consumo calorie nel sonno: i fattori 

Il consumo di calorie dipende da una serie di fattori il più importante dei quali è sicuramente l’età. Una persona più anziana possiede minor massa muscolare e un metabolismo decisamente più lento rispetto ad una più giovane: per questa ragione sarà naturalmente portato ad avere un consumo inferiore in termini di kcal/giorno.

Un altro fattore rilevante è il sesso: le donne hanno meno massa muscolare degli uomini e, di conseguenza, consumano meno calorie.

A prescindere dall’influenza di fattori genetici e metabolici, esistono diversi accorgimenti per aumentare le calorie bruciate durante il sonno. Per chi soffre di metabolismo lento, è quindi importante tenere in considerazione alcuni consigli che potrebbero essere d’aiuto:

  • Abbassare la temperatura della stanza. In questo modo il corpo dovrà produrre più energia per scaldarsi, aumentando il numero di calorie consumate.
  • Dieta regolare: è fondamentale non saltare i pasti, ma cercare addirittura di consumare 5 pasti al giorno, con degli spuntini a metà mattinata e metà pomeriggio.
  • Praticare attività fisica: lo sport attiva tutto l’organismo e induce il consumo di calorie, oltre a facilitare la digestione e l’assorbimento dei nutrienti presenti nel cibo.
  • Assunzione di proteine: queste catene di amminoacidi richiedono molto tempo per essere digerite, una dieta iper proteica dunque porta l’organismo ad eseguire un lavoro più intenso, attivandosi. Oltre alle proteine, sono importanti i carboidrati poiché stimolano l’ormone della tiroide che attiva il metabolismo.

Cattive abitudini

Avere cattive abitudini e una scarsa educazione al sonno può comportare numerose ripercussioni sul nostro organismo.

Dormire poco infatti aumenta i livelli di grelina, un ormone prodotto dalle cellule dello stomaco che stimola l’appetito. Se infatti durante le ore notturne il sonno è irregolare potresti percepire più fame nelle ore diurne, introducendo così nell’organismo più cibo di quanto ne venga consumato.

Ci sono una serie di abitudini dannose che, se reiterate, pregiudicano la qualità del riposo:

  • Saltare i pasti, soprattutto quelli più importanti come la colazione, è sbagliato. Spesso si consuma velocemente un caffè che non garantisce il giusto apporto calorico per affrontare la giornata. Questa abitudine, oltre a compromettere il metabolismo, può danneggiare il ritmo sonno-veglia.
  • Pranzare rapidamente si rivela davvero poco salutare, in quanto alimentarsi poco e di fretta con un panino o un’insalata, può comportare l’insorgere della fame verso sera. Il pasto serale deve invece essere leggero, evitando gli alimenti troppo pesanti, ricchi di grassi e zuccheri, per poter prendere sonno velocemente.

Condurre uno stile di vita sano e soprattutto riposare nel modo giusto si rivelano perciò elementi essenziali per incrementare il numero di calorie bruciate durante la notte.

Per dormire bene è inoltre importante scegliere un materasso che meglio si adatta alle singole esigenze. Se cercate e preferite un feeling rigido, potreste provare il materasso Tempur Original, che fornisce il giusto comfort e allo stesso tempo un supporto ortopedico, benefico per tutto il corpo.

Accompagnate il vostro riposo con il Cuscino Tempur Original: creato con la collaborazione di fisioterapisti, questo cuscino si adatterà perfettamente alle curve del collo e della testa.