5 Abitudini sbagliate che ti fanno sembrare più vecchio

5 abitudini sbagliate che ti fanno sembrare più vecchio: ecco cosa fare

 

donna sdraiata nel letto che spegne la sveglia con la mano

 

Anche se non è possibile arrestare l’invecchiamento, è fondamentale cercare di evitare alcune abitudini sbagliate e nocive che favoriscono questo processo. Si tratta di vizi molto diffusi e che ciascuno tende, prima o poi, ad assumere anche inconsapevolmente.

 

Diventa importante quindi evitare alcuni comportamenti ripetuti nel tempo per cercare di mantenersi giovani e in salute. I principali sono:

  • Riposare poco e male durante la notte
  • L’eccessiva esposizione ai raggi solari
  • Accumulo di stress
  • Cattiva alimentazione
  • Fumare

Riposare poco e male durante la notte

Riposarsi è sempre una buona idea, specialmente dopo una giornata faticosa e stancante, ma, purtroppo, non sempre si riesce a prendere sonno con facilità.

Una giusta quantità di ore di sonno non solo garantisce il giusto riposo all’organismo, ma evita anche l’eventuale comparsa delle rughe sul proprio viso prima del previsto.

Di notte, infatti, le cellule dell’epidermide lavorano per rimediare ai danni causati dall’ambiente esterno (inquinamento urbano o la stessa esposizione al sole) durante il giorno sulla pelle; riposando poche ore questo processo non ha inizio e, di conseguenza, la pelle appare più stressata.

Un primo elemento che deve essere curato per dormire bene è la posizione: secondo alcuni ricercatori, è consigliabile non dormire a pancia in giù e con il volto posizionato sul cuscino, ma sarebbe meglio riposarsi a pancia in su, onde evitare sia di alzarsi dal letto col viso gonfio sia di far comparire prematuramente i segni dell’invecchiamento.

Inoltre è importante cercare di dormire almeno otto ore consecutive per notte, così da consentire al proprio organismo di riposarsi e di recuperare le forze perdute.

Infine, è opportuno considerare con attenzione il tipo di materasso e cuscino su cui riposarsi, dato che sono entrambi elementi importanti che aiutano a trascorrere delle intense e confortevoli ore di sonno, consentendo al proprio corpo di recuperare tutte le energie perse durante il giorno. Se desideri acquistare un prodotto di qualità e che ti consenta di dormire sogni tranquilli potrai affidarti all’esperienza di Tempur.

Fumare

Il fumo è un vizio tra i più diffusi in Italia: come rilevato lo studio Doxa del Centro Nazionale Dipendenza e Doping dell’ISS i fumatori italiani sono 11.7 milioni rappresentando più del 22% della popolazione complessiva.

Le ripercussioni di questo problema sono riscontrabili non solo nel peggioramento della funzionalità polmonare, ma anche nella diminuzione di elasticità della pelle causata dal precoce deperimento della cute. Quest’ultimo aspetto è stato scientificamente provato da uno studio di alcuni ricercatori che hanno confrontato i lineamenti del volto di settantanove coppie di gemelli dei quali sono uno tabagista. Dallo studio è emerso come i fumatori possedessero borse sotto gli occhi e rughe sul viso più marcati, oltre ad avere i denti più ingialliti.

I danni del fumo non vanno cercati solo sul viso, ma anche in altre zone del corpo, come, per esempio, nella parte interna delle braccia: questo vizio, infatti, diminuisce l’apporto di nutrienti e di ossigeno alla pelle, ostacolandone la normale circolazione sanguigna. Le ripercussioni di questa problematica sono riscontrabili nella comparsa di macchie di colore scuro che si possono espandere nel corso dei mesi a venire.

Infine è stata recentemente appurata una correlazione tra il consumo di sigarette e le apnee notturne: la Sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno è caratterizzata dalla mancanza di ossigeno per almeno 10 secondi più volte a notte; questa problematica può comportare dei problemi non solo all’apparato cardio-circolatorio, ma diminuire anche la qualità del sonno.

Esposizione prolungata e incontrollata al sole

Prendere il sole durante i mesi estivi è un lusso che piace concedersi soprattutto quando si può ottenere un’abbronzatura dorata su tutto il corpo. Tuttavia è fondamentale tenere presente come questa attività debba essere svolta in maniera consapevole e soprattutto con le adeguate misure protettive. Qualora così non accada è possibile incorrere nel precoce invecchiamento della pelle e nell’insorgere di rughe in maniera più marcata su tutto il volto e le zone esposte.

Recenti studi hanno infatti messo il luce come circa l’80% degli inestetismi della pelle – soprattutto quelli localizzati nel contorno occhi – possano essere causati dall’esposizione al sole. Inoltre è stato evidenziato come un invecchiamento precoce della pelle possa essere causato anche solo da un breve periodo di esposizione diretta ai raggi UV, considerati estremamente dannosi. Per ovviare a questi problemi è fondamentale applicare – ripetutamente – la crema solare affinché questa possa proteggere l’epidermide da spiacevoli conseguenze. A questo proposito uno studio ha verificato che coloro che hanno applicato e riapplicato la protezione solare per alcuni giorni, hanno poi mostrato meno segni di invecchiamento cutaneo (il 24% in meno).

Infine è opportuno sottolineare come non sia possibile sfuggire da questo genere di problematiche sottoponendosi alle lampade solari: l’abbronzatura artificiale danneggia in misura maggiore la pelle, procurando rughe, macchie e ruvidità, causati sia dai raggi UVA che dai raggi UVB.

Accumulo di Stress

Lo stress non solo ostacola la possibilità di vivere in maniera tranquilla e rilassata, ma è anche causa di danni per i nostri organi: agisce infatti sul funzionamento del cuore e dell’apparato digerente, portandoli ad un invecchiamento precoce.

Oltre a queste conseguenze, lo stress ha effetti anche sull’aspetto esteriore e sulla pelle.

Le donne sono più soggette all’invecchiamento cutaneo generato, appunto, da una vita frenetica rispetto agli uomini. L’epidermide di una donna stressata, infatti, può risultare più vecchia di addirittura dieci anni rispetto alla sua età anagrafica: questo avviene perché le continue tensioni disidratano la pelle, comportano la perdita di luminosità e favoriscono la nascita di borse sotto agli occhi oltre a rughe e capelli bianchi. In quest’ultimo caso, qualora lo stress dovesse raggiungere livelli molto elevati, alcune ciocche di capelli potrebbero addirittura cadere: proprio per questo è consigliabile cercare di gestire lo stress, magari distraendosi e praticando un’attività sportiva che aiuti a scaricare la tensione (e, di conseguenza, rallentare il processo di invecchiamento cellulare).

Infine è curioso sottolineare come, a differenza di quanto si possa pensare, uno stile di vita sedentario e il consumo giornaliero di caffeina non aiutino a ridurre lo stress, anzi, stimolino l’organismo a produrre più cortisolo – meglio noto come l’ormone dello stress.

Una cattiva alimentazione

Mangiare poca frutta e verdura è molto dannoso: una dieta equilibrata, ricca di questi due elementi consente di eliminare i radicali liberi, la cui presenza in eccesso causa l’invecchiamento della pelle.

Tra le vitamine più importanti per l’organismo umano è opportuno assumere:

  • Gruppo A: favorisce in particolar modo l’elasticità della pelle
  • Gruppo E: protegge dai raggi UV e riduce le possibili infiammazioni cutanee.

Se da un lato è giusto aumentare la quantità di frutta e verdura nella propria dieta, dall’altra lo è anche ridurre l’apporto di zuccheri che, innalzando il picco glicemico, creano la situazione ideale per il verificarsi di acne ed infiammazioni. Sotto questo punto di vista bisogna porre ulteriore attenzione allo spuntino del pomeriggio in casa: la tentazione di mangiare carboidrati (come biscotti o crackers) è alta, ma per la salute del nostro organismo è meglio sostituire i carboidrati con, per esempio, frutta di stagione e, ove non fosse possibile, con la frutta secca che si dimostra una preziosa alleata per conciliare il sonno.