Dormire senza cuscino fa bene? Scopri vantaggi e svantaggi

Dormire senza cuscino fa bene? Scopri vantaggi e svantaggi

 

donna nel letto con la bocca coperta dal lenzuoloIl collo e la schiena sono due delle zone più importanti del nostro corpo e quelle che, al contempo, sono sottoposte a particolari pressioni e sforzi anche durante le ore notturne. Per assicurarsi un riposo ristoratore è fondamentale, prima di tutto, rispondere alla domanda: dormire senza cuscino fa bene?

 

Vantaggi di dormire senza cuscino

Prima di tutto è opportuna una premessa che potrà aiutare a comprendere quali siano i vantaggi di dormire senza cuscino.

Il collo – vero protagonista anatomico insieme alla colonna vertebrale – deve sorreggere il peso della testa (che può arrivare a pesare fino a 5 chili) e, in virtù della propria forma curva, tende facilmente a sovraccaricarsi di tensioni, portando a tensioni e indolenzimenti prolungati.

Al contempo il collo costituisce un tutt’uno con la colonna vertebrale, soprattutto quando si è coricati a letto. Non casualmente, le prime vertebre (chiamate cervicali) presentano una curvatura particolare che è stata determinata dal punto di vista evolutivo per proteggere la laringe e l’esofago, sostenendo al contempo il peso della testa.

A differenza di quanto si possa pensare dormire senza cuscino non comporta particolari vantaggi, anzi: accade sempre più di frequente che coloro che riposano senza il giusto supporto del guanciale (e del materasso) si sveglino con al mattino o durante la notte con un’estesa nevralgia cervicale che si prolunga per parecchi giorni. Ad ulteriore conferma di questo numerose evidenze degli studi scientifici hanno in ripetute occasioni sottolineato come dormire senza cuscino non sia una soluzione adatta per migliorare il riposo, specialmente per chi soffre di cervicale.

Al contrario quindi di quanto si possa pensare, il consiglio migliore per evitare spiacevoli dolori è quello di trovare il cuscino che più si adatti alla morfologia del proprio collo, seguendo la naturale curva delle vertebre. Inoltre bisogna controllare lo stato di conservazione del guanciale, dal momento che a causa del prolungato utilizzo può accadere che la qualità del sonno garantita dal supporto sia diminuita: per questo motivo è importante cambiare il cuscino periodicamente chiedendo un suggerimento da un chiropratico o un esperto del sonno.

Una seconda accortezza da applicare per favorire un sereno riposo è quello di prestare maggiore attenzione alla posizione assunta per dormire. La migliore è quella supina perché non solo favorisce la distensione del collo e il rilassamento della spina dorsale, ma permette a chi soffre di bruciore di stomaco di migliorare i propri fastidi. Al contempo tuttavia la posizione supina è anche quella meno comune dal momento che appare più naturale riposare a pancia in giù (con conseguenti intorpidimenti degli arti al risveglio).

Come migliorare la salute della cervicale

La salute della cervicale è un aspetto fondamentale per poter condurre una vita tranquilla e serena; trascurarla potrebbe infatti comportare una serie di disagi che – nel medio lungo periodo – possono comportare implicazioni posturali.

Le cause che possono comportare dolore cervicale sono diversificate come lo sono fortunatamente anche le soluzioni, ad esempio:

  • Praticare sport in modo regolare e continuo: sono preferibili attività fisiche come il nuoto o ginnastica a corpo libero che si concentrino maggiormente su spalle e braccia, in modo da tonificare la muscolatura di questa zona che si rivela essere la più importante per la colonna vertebrale;
  • Mantenere una giusta postura davanti al pc: a causa delle numerose ore di lavoro trascorse dietro al pc, sempre più persone tendono ad assumere posizioni scorrette ed incurvate. Per mantenere una postura corretta è consigliabile, oltre a scegliere una buona sedia, anche quello di ricorrere a piccoli cuscini che si collocano nella zona lombare per mantenere la schiena ben aderente allo schienale.
  • Corretta posizione di guida: chi trascorre la maggior parte del proprio tempo in auto deve porre attenzione alla posizione assunta assicurandosi che lo schienale sia confortevole e collocato alla giusta distanza dal volante.
  • Massaggi specifici localizzati: un momento di relax che permetta di eliminare lo stress accumulato nella zona tra le spalle e il collo. I massaggi antistress sono funzionali alla risoluzione di questo problema sia dal punto di vista fisico che soprattutto mentale, godendo diun momento di pausa dalla routine.
  • Andare a letto con i capelli bagnati: la chioma, soprattutto se lunga, potrebbe rimanere a contatto con la zona delle spalle o inumidire il cuscino che potrebbe rimanere tale per tutta la notte comportando importanti problemi cervicali.

Consigli per scegliere il cuscino più adatto

Oltre ad applicare quelle piccole accortezze sopra citate, è fondamentale assicurarsi un buon riposo scegliendo un materasso e un cuscino che siano in grado di garantirlo. Inoltre, considerando che dormire senza cuscino non è assolutamente un metodo curativo per i dolori cervicali, scegliere il giusto modello è una priorità.

Ecco qualche consiglio per scegliere il guanciale più adatto:

  • Consistenza del cuscino: il supporto scelto non deve essere né troppo duro né troppo soffice; nel primo caso infatti potrebbe creare tensioni a livello cervicale mentre un cuscino troppo morbido può far sprofondare la testa durante il riposo.
  • Altezza del guanciale: analogamente alla consistenza, è importante considerare anche l’altezza complessiva del prodotto in relazione alla propria conformazione fisica e alla curva tra il collo e il cranio.
  • Materiale: le varianti in commercio sono numerose, dalla piuma d’oca al Memory foam; quest’ultimo è ideale per coloro che soffrono di dolori cervicali dal momento che si tratta di un materiale che si modella sul corpo. Grazie alla sua funzione ergonomica, il Memory foam è in grado di distribuire in maniera uniforme le tensioni e le pressioni su tutta la superficie ospitata. Infine potrai valutare il lattice naturale, ideale per coloro che soffrono di allergie ad acari e polvere. In virtù delle proprietà anallergiche e antibatteriche è infatti particolarmente traspirante ed ostacola l’accumulo di parassiti.

 

Per scegliere il cuscino più adatto alle tue necessità, potrai affidarti a Tempur che, grazie al vasto assortimento ed alla propria esperienza nel settore saprà consigliarti su quale sia il modello più idoneo per le tue abitudini ed esigenze.