Libri prima di Dormire: Storie della Buonanotte per Bambine Ribelli

In Blog

Leggere prima di Dormire: Storie della Buonanotte per Bambine Ribelli

libro storie della buonanotte per bambine ribelliLeggere prima di dormire è una delle attività preferite di grandi e bambini… soprattutto quando svolta insieme. Infatti, molte mamme e papà sono soliti raccontare una storia ai propri figli per aiutarli ad addormentarsi: oltre ad essere un momento di importante condivisione familiare, abituare i più piccoli a leggere dovrebbe essere una priorità per molti genitori. A confermarlo è l’Università di Abany che raccomanda ai bambini di leggere almeno 15/20 minuti al giorno tutti i giorni (esclusi ovviamente i momenti dedicati ai compiti o ad altre attività ad essi correlate).

Leggere prima di dormire aiuta anche a conciliare il sonno, è una coccola che molti si dedicano per staccare completamente la spina dalla routine e dagli impegni della giornata.

Tempur inaugura così una rubrica tutta dedicata alla lettura, consigliandovi alcuni dei libri che, per vari motivi, vale la pena avere sul comodino.

Se fino a qualche tempo fa le alternative per i genitori erano Cenerentola o Cappuccetto Rosso, negli ultimi due anni sono state pubblicate due edizioni di un libro di fiabe della buonanotte speciale: il titolo è Storie della Buonanotte per Bambine Ribelli. Scopriamo tutti i dettagli e gli aspetti innovativi di questa raccolta di storie.

Storie della Buonanotte per Bambine Ribelli

Il libro Storie della Buonanotte per Bambine Ribelli è nato dall’idea delle due autrici Elena Favilli e Francesca Cavallo. La prima, scrittrice e giornalista, dopo aver perfezionato la propria professione, si è unita nel 2011 alla scrittrice e regista teatrale Francesca per dare vita ad un progetto ambizioso: la prima rivista per bambini fruibile da ipad. Il nome di questo magazine per giovanissimi si chiama Timbuktu ed è innegabile come sia stato lo spunto di riflessione più cospicuo che ha dato loro lo slancio necessario per scrivere il primo e il secondo volume di Storie della buonanotte per bambine ribelli.

Il caso editoriale

Oltre all’idea innovativa di prendere un modello letterario ben canonizzato come la favola, e ribaltarlo completamente, cambiano i connotati delle principesse in questione. Storie della Buonanotte per Bambine Ribelli ha suscitato scalpore anche per le sue vicende editoriali. Le due autrici italiane, nonché imprenditrici californiane, sono riuscite a pubblicare il primo volume grazie ad una campagna di raccolta fondi – crowdfunding: questo significa che questo libro è stato divulgato unicamente grazie al contributo di chi ha creduto nel progetto.

Il primo volume ha riscosso un successo tale – non solo in america, ma anche in Italia dove è stato edito da Mondadori – da portare le due autrici a pubblicare, a distanza di pochissimo tempo, il secondo libro.

Un nuovo modello di fiaba della buonanotte

Per comprendere lo spirito di questo libro, bisogna cominciare dalla dedica che le autrici hanno fatto alle loro piccole lettrici:

Alle bambine ribelli di tutto il mondo: sognate più in grande, puntate più in alto, lottate con più energia. E, nel dubbio, ricordate: avete ragione voi

È quindi evidente come l’intento sotteso a questa pubblicazione fosse dare alle bambine di tutto il mondo una galleria di modelli da seguire e ai quali ispirarsi. Ed effettivamente il libro si articola in una serie di brevi biografie di donne famose e che hanno fatto la storia, simbolo di pervicacia e determinazione. Pagina dopo pagina si susseguono Cleopatra ed Elisabetta II d’Inghilterra, la prima donna a pilotare un aereo Amelia Earhart e Frida Kahlo.

L’impaginazione è accattivante e permette anche alle bambine alle prime armi con la lettura di poter leggere questo libro in quasi totale autonomia la sera prima di andare a dormire: nella pagina di sinistra sono riportate avventure e storia della donna della quale si vogliono raccontare le gesta, mentre a destra un’immagine a tutta pagina dell’eroina con una frase che la rende indimenticabile.

Ciascuno dei due volumi contiene 100 storie di 100 donne che, negli ambiti più disparati, hanno primeggiato e fatto la storia; in questi libri non esistono discriminazioni, ma solamente una lunga galleria di persone autentiche che hanno fatto del proprio sogno una realtà.

Perché leggere Storie della Buonanotte per Bambine Ribelli

  1. È un libro di favole: il modo in cui sono raccontate le 100 storie delle eroine di questi due libri è così scorrevole da farle sembrare una favola a tutti gli effetti… in fondo si tratta di donne che hanno rincorso i propri sogni (anche se non si tratta di sposare il principe azzurro) e hanno avuto la forza di realizzarli. Inoltre, le vicende delle donne straordinarie segue un modulo sostanzialmente fisso (analogamente a quanto accade nelle favole)  in cui la protagonista, nonostante una qualche difficoltà iniziale (handicap fisico, la società avversa o, semplicemente, appartenenza di genere), diventa una persona di prestigio a livello mondiale in un settore specifico di competenza.
  2. Nuovi modelli: quale è la differenza tra le eroine di Storie della Buonanotte per Bambine Ribelli e Biancaneve e i sette nani? Il modello di donna che emerge da questi racconti è molto più determinata nel raggiungimento dei propri obiettivi, concreta nelle prospettive che ha di fronte a sé e soprattutto… ce l’ ha fatta. Per le bambine piccole, leggere le storie di queste donne straordinarie innesca uno spirito emulativo molto potente. Tra qualche anno, le giovanissime di tutto il mondo – invece di volersi travestire a carnevale da Cenerentola – potrebbero chiedere il costume da J.K.Rowling.
  3. Esempi concreti: uno degli aspetti forse più importanti delle intere raccolte è la capacità di mostrare degli esempi concreti. Per quanto potesse essere meraviglioso sognare ad occhi aperti il principe azzurro che rincorre Cenerentola a mezzanotte, le storie di queste donne si configurano come storie vere, di donne realmente esistite, che hanno dato un contributo concreto alla storia attraverso le proprie azioni.
  4.  È un libro non solo per bambine: nonostante l’impaginazione sia stata pensata appositamente per facilitare la lettura dei più piccoli, Storie della Buonanotte per Bambine Ribelli, è una lettura piacevole anche per i più grandi. Il motivo per cui anche un adulto dovrebbe leggere prima di andare a dormire una mini-biografia di Hillary Clinton (la prima donna che si è candidata per diventare Presidente degli Stati Uniti)? Ciascuno di noi ha bisogno di modelli da emulare e di vedere la strada percorsa da chi “ce la ha fatta”.

Se sei un amante della lettura e la sera è il momento che dedichi ai libri, scopri il comfort di leggere a letto con la Rete Motorizzara Tempur 2 motori. Permette il movimento separato della zona schiena e gambe. Puoi quindi sollevare comodamente la schiena e leggere il tuo romanzo nel modo più pratico e comodo.

Se anche voi avete già letto questo libro, diteci cosa ne pensate nei commenti. Non vediamo l’ora di leggere le vostre opinioni e i vostri suggerimenti per altre “letture della buonanotte”!