Libri prima di Dormire: 100 Storie per Quando è Troppo Tardi

In Blog

Storie della Buonanotte: 100 Storie per Quando è Troppo Tardi

bambina legge storie per dormireLeggere una fiaba prima di andare a letto è una delle abitudini e dei ricordi più felici del periodo dell’infanzia: si tratta infatti di un momento di intimità familiare in cui uno o tutti e due i genitori si ritagliano qualche minuto per mettere a letto il proprio bambino e, per facilitare l’addormentamento, raccontano una (o, spesso, più di una) storia della buona notte. I vantaggi di questa abitudine sono numerosi – dal rafforzamento del rapporto tra i membri della famiglia, al potenziamento delle capacità cognitive e linguistiche del bambino.

A confermarlo è un recente studio portato avanti dalla Harvard University che sottolinea l’importanza di leggere un libro della buonanotte, soprattutto se sono i padri a farlo: questi infatti –  a differenza delle madri che tendenzialmente assumono un atteggiamento didattico – vivono questo momento di interazione in maniera proattiva e quasi visionaria.

Per poter accontentare sempre le esigenze dei più piccoli, dando loro la giusta varietà di narrazioni – anche quando l’ora di andare a letto è passata da un po’ – e aiutare i genitori a non venire meno alle proprie promesse è nato il libro 100 storie per quando è troppo tardi. Vediamo quali sono le caratteristiche di questo libro e perché costituisca un valido alleato quando è troppo tardi la sera.

100 Storie per Quando è Troppo Tardi

Il libro 100 Storie per Quando è Troppo Tardi è un progetto portato avanto dalla Scuola Holden, nota realtà che opera nel settore della formazione di giovani scrittori. Questo istituto nasce nel 1994 a Torino dall’idea di Alessandro Baricco, che oggi ne è presidente.

La raccolta di fiabe è frutto del brainstorming di un insieme di scrittori del calibro di Stefano Benni e Andrea Camilleri, Cristiano Cavina, Lella Costa, Fabio Geda, e poi Ali Smith, Elena Varvello, Dario Voltolini, Sandro Veronesi e molti altri, incluso lo stesso Alessandro Baricco.

Il punto di partenza del progetto, come si legge nell’introduzione, è la voglia di dare una mano ai genitori che hanno difficoltà nel gestire i propri figli – non a caso il libro rientra nel progetto Save The Parents, condotto in partnership con Feltrinelli – soprattutto nel momento dell’addormentamento: quante volte è capitato sentire dire “ancora una storia, per favore!” ai bambini? Ebbene, queste 100 storie brevi (e a volta brevissime) aiutano tutte le mamme e i papà che vogliono accontentare il proprio piccolo, ma lo vogliono fare in fretta, rendendo soddisfatte le necessità di entrambi.

Infatti, come hanno più volte sottolineato, con un sorriso compiaciuto, gli autori della raccolta, ciascuna storia della buonanotte si legge tutta d’un fiato perché non supera una paginetta di lunghezza.

Per altro, una delle peculiarità dei racconti, è che sono anonimi, nella dimensione in cui non è lecito sapere quale delle penne che ha contribuito alla raccolta abbia firmato ogni singola storia della buonanotte.

Storie della buonanotte che tutelano i genitori

Uno degli aspetti focali del libro 100 Storie per Quando è Troppo Tardi risiede nella volontà di tutelare i “diritti” dei genitori nei confronti del propri figli. Infatti accade spesso che, al termine di una lunga e stressante giornata di lavoro, mamma e/o papà debbano mettersi a letto con il proprio bambino e raccontare la fiaba della buona notte. Per quanto possa essere un’attività positiva, spesso i piccoli hanno difficoltà nel prendere sonno, costringendo i genitori a ore di addormentamento e di lettura di favole.

 

Con questi rapidi racconti, viene risolto il problema: infatti, anche se i bambini hanno diritto alla fiaba della buonanotte, i genitori devono potersi prendere un’ora per sé – senza venire meno alle promesse fatte ai più piccoli.

Perché leggere 100 Storie per Quando è Troppo Tardi

Le motivazioni che possono portare i genitori a leggere questo particolare libro di storie della buonanotte ai propri figli (o anche a sé stessi) sono numerose:

  • Rapidità di lettura: come accennato, si tratta di contenuti davvero brevi da leggere, ma al tempo stesso avvincenti per i piccoli che li ascoltano sotto le coperte e per i genitori che le leggono (anche più volte, a giorni ravvicinati). Ogni fiaba, infatti, si legge in un minuto e va raccontata tutta d’un fiato!
  • Storie adatte a grandi e piccini: in teoria è un libro di favole pensato per i più piccoli, ma in pratica contiene racconti e insegnamenti adatti anche ai più grandi; l’ironia che contraddistingue le fiabe, infatti, le rende di facile comprensione sia per i bambini sia per gli adulti. La lettura di questa raccolta, dunque, può costituire una piacevole distrazione non solo dopo una giornata a scuola, ma anche dopo una lunga giornata di lavoro.
  • Racconti veri: naturalmente non si tratta di storie realmente accadute, ma di racconti che gli autori hanno inventato appositamente per i propri figli; ci troviamo quindi davanti a contenuti autentici, che sono già stati apprezzati da altri bambini.
  • Ispirazioni per la scrittura: questo libro non esaurisce il suo potenziale nella lettura, bensì può offrire diversi spunti a chi volesse scrivere storie; un aspirante scrittore (sia grande sia bambino) potrà trarre utili lezioni dalla lettura di racconti scritti da più autori – imparando a riconoscere la struttura e lo stile di ogni fiaba nonché il modo in cui viene narrata. Dopotutto, è pur sempre un libro nato da una famosa scuola di scrittura!
  • Fiabe originali: le storie contenute in questo libro non hanno nulla a che vedere con le classiche fiabe – niente “C’era una volta” e niente “E vissero per sempre felici e contenti”. Grazie alla loro struttura particolare e alla presenza di personaggi inconsueti – diversi dalle tradizionali principesse – stimolano la creatività e la fantasia dei più piccoli.

 

Se avete già avuto modo di leggere questi brevi racconti con o senza i vostri figli, diteci cosa ne pensate nei commenti. Non vediamo l’ora di leggere le vostre opinioni o i vostri suggerimenti per altre “letture della buonanotte”!

 

Leggere a letto per te è routine? Scopri le Reti Tempur Motorizzate 2 motori: permettono di sollevare la zona schiena, così da poter comodamente leggere a letto!

Per altri consigli segui la nostra rubrica dedicata alla lettura: guarda le nostre opinioni sul libro Storie della Buonanotte per Bambine Ribelli!