Reti Motorizzate: perchè ti aiutano a dormire meglio!

In Blog

Reti Motorizzate: cosa sono e a cosa servono

rete motorizzata tempurDopo una lunga giornata di lavoro non c’è niente di meglio che coricarsi nel proprio letto in attesa di cadere tra le braccia di Morfeo. C’è chi si addormenta subito, dopo appena qualche secondo, e chi deve attendere.

A prescindere dalla tua attitudine a prendere sonno, è opportuno ricordare che dormire è un’attività fondamentale per il nostro organismo: infatti, corpo e mente hanno bisogno di rilassarsi per poter affrontare in maniera attiva ed energica la giornata successiva. Secondo uno studio realizzato da due neuroscienziati italiani, dormire fa bene al corpo e svuota le sinapsi, liberando le energie della mente.

Sebbene sia ormai noto che le ore di sonno ideali per riposarsi durante la notte si aggirino intorno alle otto – come emerso da uno studio della National Sleep Foundation – ciò che è importante non è tanto la quantità di sonno, bensì la qualità; non a caso, in molti dichiarano di svegliarsi stanchi e affaticati pur avendo dormito le ore stabilite.

Le cause possono essere svariate: condizioni ambientali come luce o rumore, variabili psicologiche/individuali quali pensieri o preoccupazioni. Non sempre, però, viene in mente che fattori come il materasso, il cuscino o la rete del letto possano essere le dirette cause di una bassa qualità del sonno. Proprio per queste ragioni è di fondamentale importanza scegliere con cura questi accessori, al fine di garantire un riposo ottimale per mezzo di supporti che si adattino alle diverse esigenze e abitudini di tutti.

La rete del letto, nonostante sia un componente spesso sottovalutata, nella realtà svolge un ruolo di primaria importanza, in quanto ha il compito di sostenere il materasso su cui appoggiamo il nostro corpo, sorreggendone il peso in maniera lineare e confortevole.

Che cosa sono le reti motorizzate

Le tradizionali reti a doghe, prodotte con il legno di pino o di faggio, possono essere sostituite con le reti motorizzate.

Si tratta di un prodotto di ultima generazione che, con l’aiuto di un telecomando, permette di modificare la posizione del materasso, regolando in maniera simultanea o indipendente la zona della testa, della schiena o delle gambe. La struttura delle reti motorizzate è più spessa rispetto a quella delle reti a doghe classiche, poiché deve sostenere anche il peso del motore: questo fa sì che il letto sia più robusto e duri a lungo nel tempo. Il legno multistrato – con cui sono prodotte le doghe di un letto con rete motorizzata – è in grado di sopportare e adattarsi alla corporatura di ciascuno.

 Tipologie di reti motorizzate

Una delle caratteristiche delle reti motorizzate è la capacità di adattarsi ad ogni esigenza e necessità: in base alla grandezza del letto, è possibile scegliere tra reti motorizzate per letti matrimoniali, per letti ad una piazza e mezza e per letti singoli.

Le reti matrimoniali si dividono a loro volta in due sotto-gruppi: reti motorizzate ad alzata indipendente e ad alzata unica.

  • Le reti motorizzate matrimoniali ad alzata indipendente: come suggerisce il nome stesso, sono costituite da meccanismi di sollevamento indipendenti. La rete del letto è infatti composta da due reti singole affiancate, ciascuna delle quali è munita di motore e telecomando indipendente.
    I vantaggi di questa tipologia di rete motorizzata si concretizzano nella possibilità di alzare o abbassare singolarmente la seduta piuttosto che la componente di sostegno agli arti inferiori. Per rendere più agevole questo meccanismo, si consiglia di abbinare questo prodotto a due materassi singoli che facilitino l’utilizzo del telecomando separato.
  • Le reti motorizzate ad alzata unica si compongono di un’unica rete matrimoniale e di un solo meccanismo motorizzato. Il sistema di sollevamento permette l’inclinazione del letto da entrambi i lati; si tratta quindi della soluzione ideale per chi non vuole rinunciare al classico letto matrimoniale.

Le reti motorizzate possono essere installate anche nei letti a una piazza e mezza, costituendo un adattamento intermedio tra i singoli e quelli matrimoniali. Questa soluzione necessita di un meccanismo motorizzato resistente che permetta di optare per il sollevamento della zona cervicale, piuttosto che lombo-sacrale. Anche se in questo caso, le doghe possono essere sottili o larghe, si consiglia una rete robusta come quella dei letti matrimoniali per garantire il massimo del comfort e del sostegno alla colonna vertebrale.

Vantaggi delle reti motorizzate

L’uso delle reti motorizzate comporta vantaggi di diversa natura, i principali dei quali sono:

  • Aiuta la circolazione sanguigna: grazie al telecomando che permette di gestire in piena autonomia l’inclinazione del materasso sono perfette per chi soffre di patologie quali vene varicose, gambe gonfie, disturbi della circolazione sanguigna o problemi articolari.
  • Favorisce l’addormentamento: i disturbi del sonno causati da dolori alla schiena o problemi respiratori possono essere facilmente ridotti con le reti motorizzate, grazie a un’ottimale regolazione della postura.
  • Valido per alzarsi dal letto: durante i mesi di gestazione – soprattutto nell’ultimo trimestre – le donne possono riscontrare diverse difficoltà nell’alzarsi dal letto; con le reti motorizzate, questo genere di problematiche vengono ridotte al minimo grazie allo schienale che si alza automaticamente. Inoltre, anche le persone anziane con piccoli problemi di mobilità, possono trarre giovamento da questo strumento.
  • Sostegno nel post operatorio: chi ha subito un intervento ed è costretto a rimanere a letto per diverso tempo, può beneficiare delle reti ortopediche motorizzate durante la convalescenza; infatti i meccanismi di sollevamento permettono di assumere posizioni confortevoli, alleviando eventuali disturbi del sonno.
  • Benessere generale: le reti motorizzate migliorano la qualità del sonno e il livello di comfort generale, riducono gli sforzi della colonna vertebrale perfezionando la postura e sono comode per chi legge, mangia o guarda la TV a letto.

Come prendersi cura della rete motorizzata

Infine, non bisogna sottovalutare un altro aspetto: la rete motorizzata, se usata in maniera funzionale e corretta, non richiede una manutenzione frequente e può durare diversi decenni senza essere sostituita. Naturalmente, si consiglia di porre attenzione a non sforzare troppo il motore, né provocarvi danni.

Le Reti Tempur

Le Reti Tempur motorizzate sono disponibili con l’opzione 2 motori o 4 motori. Sono costituite da piastre flessibili con struttura a nido d’ape per una migliore ventilazione all’interno del materasso. Inoltre gli ammortizzatori sono regolabili per ottenere la rigidità desiderata.