Libri prima di Dormire: Il Vecchio e Il Mare

In Blog

Leggere prima di Dormire: Il Vecchio e il Mare

vecchia barca in mareDedicare 10-30 minuti alla lettura di un buon libro prima di andare a letto concilia il sonno e stimola l’attività onirica molto più che ascoltare della musica o bere una tisana.

È la conclusione a cui sono giunti i ricercatori dell’Università di Sussex, dimostrando che non solo fa bene leggere prima di dormire perché aiuta a rilassarsi, ma anche perché stimola la mente.

Cosa leggere prima di dormire

Un libro non è mai una buonanotte banale, perché permette di stabilire una propria routine senza annoiarsi mai. Da un lato infatti è la ripetizione delle abitudini più semplici, giorno dopo giorno prima di andare a letto, che insegna al corpo a distendersi e prepararsi al sonno quando si avvicina l’ora di dormire. Dall’altro lato, però, ogni libro è una storia a sé stante, che può essere scelta e variata cambiando titolo o rileggendo lo stesso romanzo in momenti diversi.

Quando si tratta di scegliere cosa leggere prima di dormire, non esiste una regola precisa che stabilisca quali libri sono migliori di altri per combattere l’insonnia. I benefici che derivano dallo svolgere la lettura poco prima di chiudere gli occhi, infatti, dipendono in gran parte dal livello di allenamento del lettore e dai gusti personali. Alcune persone non incontrano alcuna difficoltà nel leggere per un’ora o più un testo impegnativo, anche alla fine di una giornata faticosa. Altre invece non potrebbero mai rinunciare a un romanzo distensivo ed emozionante.

Il Vecchio e il Mare

Il segreto dunque è scegliere i titoli che maggiormente incontrano la sensibilità del singolo. Il vecchio e il mare, dalla trama accattivante e al tempo stesso capace di incoraggiare la riflessione, rappresenta un’ottima alternativa per i lettori dagli interessi più svariati.

Scritto da Ernest Hemingway, racconta la vicenda del vecchio Santiago, un pescatore cubano cotto dal sole e consumato dalla salsedine, e della lotta lenta e silenziosa a cui dà inizio quando un pescecane abbocca finalmente al suo amo.

Santiago è un uomo solo, abbandonato dal mondo e dalla buona stella. Da tempo tira i remi in barca e torna a riva a mani vuote, deludendo le speranze del giovane Manolo, un ragazzo del villaggio che fin da bambino l’ha seguito fedelmente per imparare il mestiere, e ora viene dissuaso dai genitori per timore che ripercorra le orme del vecchio pescatore fallito.

Dopo ottantaquattro giorni trascorsi a sfidare la corrente del Golfo senza riuscire a raccogliere nemmeno un pesce per sopravvivere ad una vita di stenti nella sua piccola baracca, la lenza di Santiago si tende per il peso di una grossa preda. Comincia così l’odissea dell’uomo e del maestoso marlin che è rimasto agganciato al suo amo, l’uno animato dal tentativo disperato ed eroico di catturarlo, l’altro disposto a trascinare la barca del marinaio a fondo con sé pur di riconquistare la libertà.

Senza bisogno di metafore e simbolismi, Hemingway plasma la potenza del linguaggio fiabesco per narrare una storia senza tempo: quella del coraggio di ogni uomo che giorno dopo giorno, tra trionfi e fallimenti, sfida le difficoltà della vita e il peso dei giudizi altrui.

Perché leggere il Vecchio e il Mare prima di dormire

Tra i più bei libri da leggere prima di dormire, Il Vecchio e il Mare è perfetto per prepararsi ad un sonno riposante concedendosi una pausa dal rumore e dalle tensioni che hanno animato la giornata. Le sue caratteristiche narrative lo rendono la lettura ideale da godersi qualche minuto prima di addormentarsi:

  • È un romanzo breve: un pregio innegabile del romanzo di Hemingway è la sua trama agile e scorrevole, da leggere in poco tempo, senza affaticare la mente nel ricordare un gran numero di personaggi e dettagli. Il risultato è un libro leggero in tutti i sensi: un volumetto maneggevole, da sfogliare distesi nel letto senza appesantire le braccia o sforzare la vista.
  • È un classico: si tratta di uno di “quei libri che costituiscono una ricchezza per chi li ha letti e amati; ma costituiscono una ricchezza non minore per chi si riserba la fortuna di leggerli per la prima volta nelle condizioni migliori per gustarli”, come scriveva Italo Calvino. Ricco di messaggi e immagini estremamente umane, Il Vecchio e il Mare sa cullare dolcemente il lettore fino a fargli chiudere gli occhi: lo stesso effetto che fanno le favole tradizionali con cui da generazioni si addormentano i bambini.
  • È scritto chiaramente: adatto a lettori di ogni età, lo stile di Hemingway si serve di un lessico limpido e di frasi corte ed essenziali. I giudizi della critica su Il vecchio e il mare e la recensione libro hanno ampiamente lodato l’autore per la scrittura semplice ma coinvolgente, realizzata attraverso un impiego modesto degli aggettivi ma una grande ricchezza di dialoghi vicini al parlato.
  • È suggestivo: la storia di Santiago e del suo pescecane racconta il coraggio e la tenacia di ogni uomo che non vuole arrendersi di fronte alle difficoltà della vita. Un messaggio confortante e incoraggiante su cui riflettere prima di chiudere gli occhi e abbandonarsi a un sonno ristoratore, animato da sogni positivi.

Contrariamente a quanto si può pensare, non c’è timore che il contenuto del libro, così avvincente e avventuroso, finisca per creare uno stato di eccitazione che non aiuta contro l’insonnia. Infatti, il ritmo narrativo adottato da Hemingway è piano e lineare, somigliando un po’ allo scorrere rapido e fluido dell’acqua: per condurre il lettore direttamente tra le braccia di Morfeo.

Per altre idee sulle letture prima di andare a dormire, segui la nostra rubrica dedicata alla lettura e segui i nostri consigli per grandi e piccini: