Libri prima di Dormire: Il Piccolo Principe

Leggere prima di Dormire: Il Piccolo Principe

il piccolo principe su un lettoL’antidoto per sentirsi meno soli, il rimedio quotidiano a una giornata stressante è la compagnia di un buon libro: nemmeno gli amanti della lettura saprebbero spiegare a parole quella sensazione che pervade quando si vivono le avventure raccontate nei libri prima di andare a dormire.

Non era necessario certo, ma anche gli studiosi hanno confermato questa ipotesi: pare infatti che avere una zona di comfort in cui rifugiarsi al termine della giornata, non solo concilia il sonno, ma aiuta anche a rilassare i nervi tesi. Reduci da compiti e giornate lavorative stressanti, perché non sostituire lo scroll continuo dello smartphone con il piacere e il profumo della carta tra le dita?

Per questo scegliere un buon libro da leggere prima di dormire può aiutare a prendere sonno anche ai più difficili e a coloro che soffrono di insonnia. Del resto, non tutte le storie più avvincenti iniziano alla luce del sole, e se la prossima cominciasse proprio con una buonanotte?

Cosa leggere prima di dormire

Sin da piccoli, i genitori insegnano l’importanza di un racconto calmo e coinvolgente da dedicare al proprio bambino prima di rimboccare le coperte e lasciarlo riposare in tutta tranquillità. Chi può dire di non aver mai ascoltato le favole lunghe e coinvolgenti dei fratelli Grimm o le fiabe sagge e storiche di Einaudi?

Se l’orecchio faceva percepire quelle storie come simpatiche avventure di animali buffi e giocosi senza porre interrogativi sul come potessero parlare, diversamente, da adulti, si riesce a cogliere la morale nascosta, dietro quelle battute strategiche di una volpe che non riesce ad arrivare all’uva.

Non è proprio scontata allora l’affermazione “non giudicare un libro dalla copertina” quando si vuole trovare un alleato che – breve o intenso che sia – accompagnerà le notti sole e sconfinate. Il segreto, quindi, sta nello sfruttare la propria capacità empatica e percepire come un un libro vuole coinvolgere la persona già a partire dalle prime pagine.

Il Piccolo Principe

La storia de Il Piccolo Principe, il capolavoro di Antoine De Saint-Exupèry, conduce in un mondo lontano fantastico: il sottile filo di collegamento realtà finzione si presenta in questo racconto sotto forma di risvolti quasi magici e storie d’avventura ed esplorazione, in una vicenda che ha molto da insegnare sia a grandi che piccini.

La piccola perla in fondo all’oceano che regala questa narrazione sono le vicende di un cuore puro del piccolo principe protagonista e di un fantasioso saggio: la sintonia che si crea tra i due personaggi e il rapporto di amicizia tra volpe e essere umano fanno sì che questo racconto possa essere letto senza distinzione di generazioni.

Se l’innocenza di un bambino vedrà solo dove l’anima più pura può vedere, la maturità filtrerà invece l’essenza di questo romanzo, non risparmiando commozione e allegria anche all’uomo più freddo e solo.

Le certezze della quotidianità lasceranno spazio alla voce interiore del bambino che chiede di essere ascoltato: la rinascita della fantasia spenta e messa in disparte, troverà nuove meraviglie grazie agli occhi sorpresi di un bambino che vuole solo conservare la sua semplice magia indifesa.

Tutto quello che si chiede di fare leggendo il Piccolo Principe, storia di un bizzarro incontro oltre le galassie, è di predisporre la propria interiorità all’apertura mentale, per cogliere il significato invisibile agli occhi delle richieste del piccolo bambino sperduto.

Trama

Precipitato nel deserto del Sahara, un pilota di aerei si trova a rispondere alle esigenze artistiche di un bambino, in viaggio da un asteroide lontano. Su questo asteroide la vita prosegue con tre vulcani e una piccola rosa, della quale il piccolo Principe si cura e protegge. Per trovare una persona che lo aiuti nel suo compito, il piccolo esploratore ha viaggiato nello spazio, incontrando personaggi strani e altrettanto insoliti padroni di pianeti.

Ogni capitolo rivive i racconti, le vicende e i dialoghi che le allegorie di questi strani personaggi portano alla luce, comparandoli con le vicende quotidiane e i comportamenti più comuni della società odierna.

Perchè se è vero che questo libro non conosce generazioni, è altrettanto vero che non conoscerà mai il significato di passare di moda. Un viaggio illusorio forse, ma che conduce alla modernità e contemporaneità del mondo reale.

Il piccolo principe, riassunto e commento

Non una normale storia per bambini, quindi quella che contraddistingue le vicende del Piccolo Principe: un viaggio sostanziale che permette di riflettere sulle relazioni umane e sugli aspetti della vita che si intraprendono nel corso dell’esistenza.

Il vero protagonista del romanzo è quindi il bambino interiore nascosto, la parte primitiva e ingenua dell’essere umano. Ogni incontro permetterà al Piccolo viaggiatore di confrontarsi con una realtà fatta a volte di incomprensioni – non condividerà mai il pensiero del re che regna senza sudditi – ma anche di legami d’amicizia fidati e genuini.

Incontri quasi attuali quelli del piccolo principe, recensione di una realtà non poi così galatticamente lontana: il vanitoso che richiede continue lodi, l’ubriacone travolto dal suo mare incessante di solitudine o il lampionaio che passa la sua vita a preoccuparsi solo della propria persona. Saranno questi incontri morali che faranno capire al Piccolo Principe l’importanza di coltivare affetti sinceri e rapporti duraturi.

La nostalgia di casa mostrerà come per conoscersi è necessario lasciarsi andare completamente. La volpe che chiede di non essere mai più dimenticata e la rosa che fa rinascere il desiderio degli affetti passati: questa è la base sicura verso cui poter tornare per trovare sempre il proprio fiore.

Il piccolo principe non è frutto di immaginazione, esiste davvero e non deve essere dimenticato: un etereo bambino dai capelli color del grano che porta a riflettere sulla soggettività della vita e insegna che non si può fare altro che vedere bene col cuore.

Scopri le altre letture consigliare prima di andare a dormire, per grandi e piccini: